Archive

Posts Tagged ‘Michele Miglionico’

Michele Miglionico, abiti in scena nel film di Massimo Scaglione

January 7, 2017 Leave a comment
Lo stilista Michele Miglionico veste le attrici Nathalie Caldonazzo e Laura Lena Forgia nel film “Il mondo di mezzo” del regista Massimo Scaglione.  

Michele Miglionico ha curato l’immagine dei personaggi interpretati dalle attrici Nathalie Caldonazzo e Laura Lena Forgia nel film “Il mondo di mezzo” del regista Massimo Scaglione. La pellicola è stata presentata recentemente a San Paolo  al Festival del Cinema Italiano in Brasile come migliore produzione cinematografica italiana più recente.

Interpreti del film, oltre alle due attrici femminili, gli attori Tony Sperandeo, Massimo Bonetti e Matteo Branciamore. 

Il film, girato tra la Calabria e Roma, è la storia di una famiglia meridionale che emigra a Roma che racconta e subisce la parabola discendente della nostra società attuale.

Gli abiti indossati da Nathalie Caldonazzo e da Laura Lena Forgia sono stati scelti dalla collezione  pret a couture per l’inverno 2016/17 e realizzati in tessuti preziosi come il tulle ricamato, il pizzo coordonné e il mikado couture. I colori: verde bottiglia, fuxia e arancio fortuny.

Mrs Karen Lawrence Terracciano, abito Michele Miglionico a Buckingham Palace

December 13, 2015 Leave a comment

Ambasciatore Pasquale Terracciano e consorte Karen Lawrence Terracciano-w900-h700

L’ALTA MODA ITALIANA DI MICHELE MIGLIONICO A BUCKINGHAM PALACE – LONDRA

In occasione dell’annuale ricevimento degli auguri di Natale per i membri del mondo diplomatico al cospetto di Sua Maestà la Regina Elisabetta II a Buckingham Palace. Mrs Karen Lawrence Terracciano consorte dell’Ambasciatore d’Italia S.E. Pasquale Terracciano ha scelto di indossare un abito di Alta Moda firmato dallo stilista Michele Miglionico.

Mrs Lawrence Terracciano ha indossato un evening dress di linea scivolata con corpino senza maniche in tulle e pizzo valencienne drappeggiato in chiffon nero e gonna con piccolo strascico in velluto devorè grigio con disegni stilizzati in lurex nero. Una cappa in broccato di seta della collezione “Madonne Lucane” ed una sciarpa di taffettas doppiata di visone intarsiato nero e fuxia hanno completato l’immagine dell’ outfit haute couture appositamente creato per l’evento.

Inoltre Mrs Lawrence Terracciano ha indossato gioielli Bulgari Alta Gioielleria, clutch Bulgari, shoes luxury Max Mara e guanti Sermoneta Gloves.

Tutto questo per sostenere e diffondere nel Regno Unito l’eccellenza del Made in Italy.

Michele Miglionico, campagna pubblicitaria haute couture autunno-nverno 2015/2016

September 25, 2015 Leave a comment

This slideshow requires JavaScript.

Michele Miglionico lancia la campagna pubblicitaria Haute Couture Autunno-Inverno 2015/2016 con la collaborazione artistica delle fotografe Cinzia Carbonelli e Adriana Seganti

Michele Miglionico  presenta la nuova campagna pubblicitaria Haute Couture per il prossimo Autunno/Inverno 2015/2016 scattata dalle fotografe Cinzia Carbonelli e Adriana Seganti ed ambientata nella cinquecentesca Chiesa consacrata di Santa Maria di Loreto a Roma.

Il  duo Carbonelli&Seganti, per questa occasione, ricreano un’immagine elegante e rarefatta  in cui l’osservatore viene piacevolmente indotto a  pensare a statue di sante patrone portate in giro per le vie del paese nei giorni della festa nel territorio Lucano, luogo magico, pieno di bellezze e contraddizioni e terra di origine dello stilista, dove ancora oggi si consacrano per devozione gli abiti più belli e preziosi alle statue di culto come ex-voto offerti per una grazia ricevuta. 

Interpretano la collezione Livia Skugor e Chiara Giordano due donne simili ma che si contrappongono interpretando principesse e sante, regine e madonne, tutte adornate e adorate.

Bianco e nero, rosa pallido, beige perlato, rosso scarlatto, oro in tutte le sue sfumature.

Questi i colori della collezione: Il nero è il colore del velo, accessorio indispensabile durante le funzioni religiose, della “processione” ed anche del lutto vissuto però con gioiosa spensieratezza mentre il rosso scarlatto traccia un segno carnale.

C’é tutta la sensualità del sud in queste foto: la femminilità è nobile, è regale, ma insieme è donna, anche se é madonna. 

A completare l’immagine della campagna  Michele Miglionico Haute Couture i gioielli scultura Monies (Boutique Roma) in pietre e materiali preziosi e la collaborazione esclusiva degli hairstylist Marcello Montalbano e Francesco Vaccarino per la Compagnia della Bellezza, e dei make up artist Nicola Acella e Antonio Riccardo della maison Face Place Academy – Roma art director Pablo Gil Cagnè – Baldan Group.

Un ringraziamento speciale all’associazione del Pio Sodalizio dei Fornai Italiani in Roma (antica corporazione con bolla papale del 1516) per aver concesso e messo a disposizione allo stilista Michele Miglionico  la chiesa consacrata alla Madonna di Loreto per realizzare questa campagna fotografica che ha come scopo quello di interpretare il vasto patrimonio culturale, artistico e antropologico di un territorio del sud Italia ancora poco conosciuto, la Basilicata.

Laura Forgia, abito di Michele Miglionico alla premiazione “Premio TV – 54^ Premio Regia Televisiva”

March 28, 2014 Leave a comment

Sanremo, 54° Premio regia, Oscar Tv

MICHELE MIGLIONICO VESTE IL “PREMIO TV 2014”
Durante la cerimonia di premiazione de “Premio TV – 54^ Premio Regia Televisiva” Laura Forgia ha indossato un abito Michele Miglionico Haute Couture.
In occasione della 54esima edizione del “Premio TV – Premio Regia Televisiva” , dedicata ai riconoscimenti televisivi, che si è tenuta al Teatro Ariston di Sanremo e in onda in diretta domenica 9 marzo su RaiUno condotta da Fabrizio Frizzi, la modella, attrice conduttrice Laura Forgia ha indossato un abito di alta moda a firma dello stilista Michele Miglionico.
La bella e bionda “professoressa” del programma L’Eredità (RaiUno) Laura Forgia con le colleghe Ludovica Caramis, Eleonora Cortini, Francesca Fichera e il conduttore Carlo Conti hanno ritirato il premio come Migliore Trasmissione Televisiva Dell’Anno.
Oltre al programma “L’Eredità” (Rai1) sono stai premiati quali programmi di intrattenimento e talk show di informazione:”Affari Tuoi” (Rai1), “Avanti un Altro” (Canale 5), “Ballando con le stelle” (Rai1), “Le Iene Show” (Italia1), “Report” (Rai3), “Sogno e son desto” (Rai1), “Striscia la Notizia” (Canale 5), “Tale e Quale Show” (Rai1), “The Voice of Italy” (Rai2).
Per la prima volta nella sua storia, il Premio Regia Televisiva ha introdotto il riconoscimento come Miglior Programma Web che, all’unanimità, è stato attribuito aFiorello per la sua Edicola Fiore mentre è stato riconosciuto come Evento straordinario tv dell’anno a Gianni Morandi per il concerto-evento all’Arena di Verona dello scorso ottobre. Laura Forgia per tale occasione ha scelto un evening dress Michele Miglionico Haute Couture in doppia organza satinata di seta nera e tulle ricamato a grappoli di lurex nei toni del rosa mauve. il corpetto in tulle total nude è interamente ricamato e nervato in pizzo cordonnè Il look è stato completato dai gioielli sculturaMonies.

Karen Lawrence Terracciano, abito di Michele Miglionico in occasione della presentazione delle Credenziali dell’Ambasciatore d’Italia a Buckingham Palace

November 1, 2013 Leave a comment

Photo.2a Ambasciatore Pasquake Terracciano e consorte Mrs Karen Lawrence Terracciano

L’ALTA MODA ITALIANA DI MICHELE MIGLIONICO A BUCKINGHAM PALACE – LONDRA
In occasione della presentazione delle Credenziali dell’Ambasciatore d’Italia S.E. Pasquale Terracciano, la consorte Mrs Karen Lawrence Terracciano ha scelto di indossare un abito di Alta Moda firmato dallo stilista Michele Miglionico.
L’Ambasciatore S.E. Pasquale Terracciano  ha presentato a Londra  le Credenziali alla Corte di San Giacomo al cospetto di Sua Maestà la Regina Elisabetta II.
La cerimonia, come vuole la tradizione,  ha visto arrivare due carrozze con  cocchieri in livrea rossa fiammante e bottoni dorati alla sede dell’Ambasciata Italiana di Grosvenor Square, dove un Marshal del Corpo Diplomatico Britannico ha accompagnato per il tradizionale tragitto l’Ambasciatore Italiano , la consorte Mrs Karen Lawrence Terracciano  e  tutto il suo seguito di Consiglieri, a Buckingham Palace.
Un evento sociale di grande importanza  annotato nelle pagine del ‘Times’ e del ‘Daily Telegraph’ come l’evento più significativo della  vita diplomatica a Londra.
Per questa occasione Mrs Karen Lawrence Terraciano ha scelto di indossare un outfit di Alta Moda a firma dello stilista italiano Michele Miglionico. Un tailleur di shetland di cachemire verde malva composto da una giacca con collo a cuore e grande fiocco in vita e gonna dritta con pannello centrale. Blusa in seta crepon dalla fantasia vintage nei colori del fuxia e viola. Completano il look i gioielli della collezione Vulcano di Roberto Coin Alta Gioielleria, shoes luxury (realizzate per l’occasione) di Loriblu, guanti Sermoneta Gloves e cappello Ligenza Hats
Tutto questo per sostenere e diffondere nel Regno Unito l’eccellenza del Made in Italy.
Alla fine della cerimonia delle Credenziali, un Vin d’Honneur è stato offerto in Residenza per festeggiare l’avvenimento.

Laura Forgia, abito Michele Miglionico Haute Couture in occasione degli “Oscar TV – Premio Regia Televisiva”

March 15, 2013 Leave a comment

Laura Forgia.3

MICHELE MIGLIONICO VESTE  GLI “OSCAR TV 2013”
Durante la cerimonia di premiazione degli “Oscar TV  – Premio  Regia Televisiva” Laura Forgia ha indossato un abito Michele Miglionico Haute Couture.
In occasione della 53esima edizione  degli “Oscar TV – Premio Regia Televisiva” , dedicata ai riconoscimenti televisivi, che si è tenuta al Teatro Ariston di Sanremo in onda il 30 marzo su RaiUno condotta da Fabrizio Frizzi, la modella, attrice conduttrice Laura Forgia ha indossato un abito di alta moda a firma dello stilista Michele Miglionico.
La bella “professoressa” del programma L’Eredità (RaiUno) Laura Forgia con le colleghe Ludovica Caramis, Eleonora Cortini, Francesca Fichera e il conduttore Carlo Conti hanno ritirato il premio come Migliore Trasmissione Televisiva Dell’Anno.
Oltre al programma L’Eredità sono stai premiati: 63esimo Festival di Sanremo (RaiUno), Avanti un altro (Canale 5), Domenica In L’arena (RaiUno), Italia’s got talent (Canale 5), Le Iene Show (Italia 1), Striscia la notizia (Canale 5), Tale e Quale Show (RaiUno), Tv Talk (Rai Educational), X Factor (Sky Uno). Personaggio Maschile e Personaggio Femminile dell’anno: Fabio Fazio e Luciana Littizzetto, inoltre, il premio come Personaggio Rivelazione dell’Anno: Virginia Raffaele, talentuosa imitatrice di Quelli che il calcio su RaiDue.  Sul palco del Teatro Ariston è stato premiato Enrico Mentana per il Tg La7, Beppe Fiorello per la miglior fiction ‘Volare’, Benigni per l’Evento Televisivo Straordinario dell’Anno per lo show La più bella del mondo, Beppe Carletti e Caterina Caselli con L’Oscar Speciale per Il concerto dell’Emilia.
Laura Forgia ha scelto un evening dress Michele Miglionico Haute Couture dalla linea a sirena in pizzo chantilly rosa interamente ricamato in cristallo color oro con sottogonna plissé in organza marrone che sostiene l’orlo mentre il decolleté è tagliato a sottoveste. Il look è stato completato dai gioielli scultura Monies.

Cosetta Turco, abito cocktail di Michele Miglionico

December 24, 2012 Leave a comment

Foto (rid) attrice Cosetta Turco

MICHELE MIGLIONICO VESTE L’ATTRICE COSETTA TURCO
In occasione della prima del film “Si può fare l’amore vestiti?”  Cosetta Turco ha indossato un abito Michele Miglionico Haute Couture.
Durante la prima del film “Si può fare l’amore vestiti?” che si tenuta presso  The Space Moderno – Roma, l’attrice Cosetta Turco ha indossato un abito cocktail di alta moda a firma dello stilista Michele Miglionico.
Il film genere commedia leggera e di costume girato nella Capitale e in un paesino pugliese Polignano a Mare  è stato interpretato oltre da Cosetta Turco dagli attori Bianca Guaccero, Corrado Fortuna, Paolo De Vita, Marina Rocco, Michele Venitucci, Maurizio Battista, Fabio Ferri, Daniela Marazita, Anna Ferruzzo e diretto dal regista Donato Ursitti.
La sceneggiatura (di Giorgia Colli, Luca Bignone e Fabrizio Quattrini) è articolata con situazioni tragicomiche ma credibili, moderna nei contenuti, “Si può fare l’amore vestiti?”è una commedia degli equivoci dai toni leggeri, che non necessita di parolacce o volgarità per far ridere e che ricorda le commedie italiane degli anni’50.
Cosetta Turco ha scelto di indossare un cocktail dress in chiffon multicolor  della collezione Michele Miglionico Haute Couture.

Sofia Bruscoli, abito da cocktail Michele Miglionico per il Pink Carpet di chiusura a Roma Fiction Fest 2012

October 12, 2012 Leave a comment

MICHELE MIGLIONICO VESTE  SOFIA BRUSCOLI AL “ROMA FICTION FEST 2012”
Pink Carpet di chiusura per Roma Fiction Fest 2012, la manifestazione italiana per eccellenza su fiction, seria tv e miniseria.
In occasione della chiusura della VI edizione del Roma Fiction Fest 2012 che si è tenuta all’Auditorium Parco della Musica di Roma, la modella, attrice e conduttrice televisiva Sofia Bruscoli ha indossato un abito di alta moda a firma dello stilista Michele Miglionico.
L’edizione 2012 si è chiusa dopo aver presentato numerose anteprine nazionali, serie tv italiane e straniere che vedremo presto in tv e sul web, cavalcando le ultime tendenze giovanili multimediali. Per il pink carpet finale numerose attrice e importanti attori sono sfilati davanti a fotografi e telecamere, tutti pronti per la serata di premiazione all’interno dell’Auditorium Parco della Musica di Roma dove sono assegnati gli agognati premi.
Moda, glamour, bellezza e trasparenze inaspettate sono gli elementi che hanno caratterizzato questa serata di chiusura della manifestazione.
Ad aprire il “tappeto rosa” del Roma Fiction Fest 2012 è stata la giuria che ha valutato le opere e i lavori presentati durante questa edizione. Laura Delli Colli, Grazia Volpi e i fratelli Pupi ed Antonio Avati sono stati coloro che hanno aperto la serata sfilando sul tappeto rosso.
Sofia Bruscoli ha indossato un abito da cocktail Michele Miglionico Haute Couture color mauve in gabardine duppion di seta di linea a trapezio con fiocco e bustino ricamato in pizzo di lurex nero.

Sofia Bruscoli, abito Michele Miglionico in occasione dell’apertura del Roma Fiction Fest 2012

October 8, 2012 Leave a comment

MICHELE MIGLIONICO VESTE  “ROMA FICTION FEST 2012”
Durante l’apertura del Roma Fiction Fest 2012 Sofia Bruscoli ha indossato un abito Michele Miglionico Haute Couture.
In occasione dell’apertura della VI edizione del Roma Fiction Fest 2012 che si è tenuta all’Auditorium Parco della Musica di Roma, la modella, attrice e conduttrice televisiva Sofia Bruscoli ha indossato un abito di alta moda a firma dello stilista Michele Miglionico.
Madrina di questa edizione è Miriam Leone a cui è toccato il compito di aprire la rassegna nella Sala Sinopoli. Tante le novità di quest’anno, a partire dalla maggiore attenzione sulle serie tv straniere come  “True Blood” prodotta da HBO, con la proiezione delle prime due puntate della quinta stagione che si proprone sulla scia delle saghe dedicate ai vampiri. Presenti per l’occasione Alexander Skarsgard, Kristin Bauer e Valentina Cervi.
Previsti come di consueto gli incontri con gli attori più importanti del panorama della fiction italiana come Beppe Fiorello, Vittoria Puccini, Gabriel Garko, Luca Argentero, Giorgio Albertazzi, Gigi Proietti, Loretta Goggi e Franca Valeri. Ospite straniero Gilles Anderson, la quale oltre a ricevere il premio RFF Excellence Award presenterà “Great Expectations” serie attesissima prodotta dalla BBC.
Sofia Bruscoli ha scelto di indossare un abito da cocktail della collezione Michele Miglionico Haute Couture. L’abito di tulle in seta interamente doppiato in pizzo chantilly e corpetto drappeggiato con tulle point d’esprit. Due fiocchi sulle spalle ricamati in jais e shoes Gianna Meliani completano l’immagine romantica dell’outfit.

Michele Miglionico a colloquio con Marius Creati

September 12, 2012 Leave a comment

Michele Miglionico é un giovane designer di alta moda che da alcuni anni sta solcando le passerelle di molti eventi importanti e serate di grande impatto visivo per il mondo dello stile italiano con uno sguardo intenso verso la couture internazionale. Legato sin dall’inizio alla tradizione vive l’ispirazione per il gusto e la bellezza per eccellenza, spinto da una grande passione per la moda e uno spirito di ricerca inconfondibile, senza tralasciare l’opportunità di voler reinventare i canoni di una creazione sempre più viva e contemporanea laddove eleganza, raffinatezza e lusso rappresentino l’identikit inviolabile della sua personalità creativa.

Intervista a cura di Marius Creati

M.C.: Come é nata la tua passione per la moda? La presenza di una familiarità nella sartoria può definirsi un veicolo motore o una semplice circostanza?

M.M.: Fin da ragazzino era viva in me l‘ossessione per le cose belle e per le donne ben vestite. Ho sempre avuto la necessità della ricerca della bellezza. Penso di aver sempre desiderato di fare questo lavoro e sicuramente l’amore per questo mestiere mi è stato  trasmesso da mio padre Mario, un eccellente sarto per uomo.

M.C.: Esistono caratteristiche basilari per potersi definire oggi ‘fashion designer’? L’immagine di uno stilista necessita di evidenti qualità peculiari?

M.M.: Oggi un giovane, per definirsi “fashion designer” dovrebbe racchiudere in se tutte le figure professionali della moda. Oltre ad avere talento (dote necessaria) deve conoscere le tecniche sartoriali, la modellistica ed infine essere anche un bravo business manager di se stesso.

M.C.: Come definiresti l’arte della moda? E come definiresti l’arte della couture?

M.M.: L’Alta Moda rimane ancora il grande laboratorio dove si sperimentano tutte le idee. Grazie alle mani esperte di premier e di sarte che nasce da un idea disegnata una collezione. E’ un rito magico. Ed è con  la sfilata  che tutta la fatica, la passione e soprattutto tutta l’emozione di questo mestiere meraviglioso  si percepisce tutto…

M.C.: Quale interesse particolare scaturisce nel rappresentare una nuova creazione di alta moda?

M.M.: Solleticare discretamente le esigenze delle clienti che acquistano l’Alta Moda.

M.C.: C’é sempre una grande musa ispiratrice che ispira la tua creatività?

M.M.: Credo che più che avere una musa ispiratrice oggi sia importante avere un immaginario lifestyle. Evidenziarlo crea il sogno!

M.C.: In che modo trai l’impulso primordiale per dare inizio ad un nuovo percorso creativo?

M.M.: Tutto ciò che faccio è mosso sempre dalla passione. Nasce da un impulso culturale, emozionale, che parte da tutto ciò che mi circonda. Spesso è casuale; può essere un film, una mostra, un libro, una foto… L’ ispirazione è cogliere l’attimo…

M.C.: Solcare le passerelle di molteplici manifestazioni rimarchevoli sprona ad essere più forti e vincenti? Ansia e tensione appartengono alle prime esperienze del passato oppure fanno capolino puntualmente ad ogni evento?

M.M.: E’ sempre stimolante partecipare ad eventi che sono al di fuori dei contenitori ufficiali della moda. Vengo a contatto con altre realtà che stimolano in me una sorta di antagonismo sano che crea sempre uno scambio di informazioni ed emozioni. La passerella  però rimane sempre per me una grande prova ed ogni volta è come fosse la prima volta… mi emoziono ancora tanto. 

M.C.: Essere uno stilista di moda ti fa sentire più artista o designer? Può coesistere una correlazione speciale  tra le due professioni?

M.M.: Io mi sento più un designer. La parola artista nella moda la associo sempre a Maestri che hanno fatto grande il fashion system. 

M.C.: Esiste un modello ideale che persegui costantemente? In che modo la tua visione stilistica si confronta con il passato? E come definisci l’identità del tuo stile?

M.M.: Ho sempre ricercato sin dall’inizio della mia carriera il mio senso di eleganza. Una ricerca di un linguaggio sofisticato e mai ostentato. Una sorta di coincidenza di etica e di estetica. Sono sempre stato percepito come un designer classico: cerco sempre di “reinventare” con le collezioni che creo cercando di rimanere  fedele e coerente ai miei canoni estetici. Infatti si può essere innovativi guardando in modo personale alla tradizione. Il mio rapporto tra passato e futuro, tra tradizione ed innovazione è molto sottile.

M.C.: Come distingui l’antagonismo che si cela tra i vari nomi del mondo della moda? Secondo te, questa forma di contrasto é davvero contestualizzata nel settore?

M.M.: L’antagonismo è come il pepe sulla coda del sistema moda. Senza di esso non ci sarebbe stimolo. Il fashion system è purtroppo un mondo di troppe critiche e di altrettante lusinghe.

M.C.: Come percepisci la virtù della bellezza in simbiosi con lo stile ricercato della couture?

M.M.: L’Alta Moda deve riuscire a raccontare un emozione. Ha il compito di evidenziare la bellezza delle donne con la sua lussuosa  e raffinata semplicità.

M.C.: E’ indispensabile che una donna si senta libera di indossare il suo desiderio anche se non perfettamente consono al suo aspetto? L’esteriorità é una prerogativa del benessere interiore o frutto di un esibizionismo congenito?

M.M.: La donna contemporanea non vive più l’ossessione del total look per dimostrare a se stessa ed agli altri di appartenere ad un ceto sociale. Ora è profondamente libera di scegliere tutto ciò che le permetta di evidenziare il suo io interiore e penso che questo generi in essa un senso di benessere. L’esibizionismo appartiene solo alle fashion victims… 

M.C.: Esiste una via d’accesso preferenziale per l’eleganza? Quanto può risultarne importante il culto?

M.M.: L’eleganza  è una cosa intima, personale.  Una dote rara che  nasce con te.