Home > Star Style > Festival di Sanremo 2013, bilancio finale sugli outfits

Festival di Sanremo 2013, bilancio finale sugli outfits

Sanremo2013

C’era una volta una ragazza di 35 anni che sognava di avere una cabina armadio do 50 metri quadrati piena di vestiti, borse, scarpe e accessori vari. Nell’attesa era costretta a vivere cercando disperatamente di sistemare maglioncini, jeans, scarpe e vestitini in spazi angusti e provvisori. Poi un giorno arriva una farina con le fattezze di Anna Wintour e le dice:”Valeria, la cabina armadio non ce la faccio nemmeno io a crearla, però per soddisfare le tue voglie fashion ti permetto di ergerti a professoressa della moda e dare i voti ai vestiti di Sanremo”. Va bè, poteva andare peggio. Poteva spedirmi su un red carpet con le Superga. Questa era la premesse per giustificare il mio ruolo di oggi. Farò le mie personali fashion pagelle del Festival di Sanremo. Pronti? Ok, partiamo 10 a Marco Mengoni. Era nel mood “figo”. Poteva anche vestirsi di “verde coniglio dalle mille facce buffe.” 9 a Simona Molinari. Perfetta cognizione spazio-temporale. Si è vestita come se dovesse andare la sera sul palco dell’Ariston. Colori e brillantini. Saputo che volevo rubarle tutti i vestiti probabilmente è un po’ scesa di livello con l’ultimo mini dress a squame di pesce. Ma non ci sono cascata. 8 ad Annalisa Scarrone. Ha rischiato con l’effetto tappezzeria, ma è stata fortunata preferisco i vestiti alle tende barocche e romantiche 7 a agli Elii che l’hanno buttata in caciara. Magari lo avessero fatto pre gli Almamegretta. 6 a Malika Ayane. Il nero è vincente. E nella frase c’è un messaggio subliminale per i suoi capelli 5 a Chiara che, dimostrando grande maturità, ha partecipato a XFactor e non a School of Glam. 4 a Luciana Littizzetto solo a tratti, molto ma molto alterni, ha capito che sugli scaffali del palco c’erano gli orchestrali e non i prodotti a marchio Coop. E si è vestita di conseguenza. 3 a Bianca Balti. Pensate a quanto erano belli i vestiti che Dolce & Gabbana hanno disegnato per lei. Hanno fatto media con il -10 che avrebbe preso il suo apporto “nudo” alla serata finale del Festival. Manca qualcuno?Bar Rephaeli? In realtà no. Io il caffè in centro lo preferisco al Sant’Eustachio. Ecco, è finita a caffè e dolcificante. La Wintour si è ripresa i poteri. Torno al mio armadio a cercare di evitare che i cardigan facciano soffocare le camicie. ( a cura di Valeria Carola)

Fonte: VM-Mag

Categories: Star Style Tags:
  1. No comments yet.
  1. No trackbacks yet.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: